search menu
Recensione Gaming

The End is Nigh, la fine si avvicina!

root • 8 Agosto 2023

forum

0

Dal genio di Edmund McMillen, autore di The Binding Of Isaac, The End is Nigh è un platform che saprà mettere a dura prova le vostre capacità da giocatori: ecco la nostra recensione.

Edmund McMillen, sin dal primo gioco pubblicato, ha sempre saputo far riecheggiare il suo nome all’interno del mondo degli sviluppatori di videogiochi. Titoli come The Binding of Isaac oppure Super Meat Boy hanno conquistato facilmente un posto nella storia del medium, e anche i giocatori che non hanno mai avuto occasione di mettere mano su questi giochi hanno in mente l’iconico bambino con i lacrimoni e il sorridente cubetto scarlatto di carne.

La produzione di questo autore non si ferma però a questi due titoli, ma va ben più in profondità con opere che per motivi o per altri non sono riuscite ad ottenere l’apice del successo, ma rimanendo comunque prodotti eccellenti: The End is Nigh è uno di questi.

The End is Nigh
Anno: 2017
Genere: Platform, Azione, Avventura
Piattaforme: PC, Switch, PS4

Sinossi

The End Is Nigh è una vasta avventura a piattaforme in cui il giocatore impersona Ash, uno dei pochi esseri sopravvissuti alla fine del mondo. Segui Ash nel suo viaggio in un futuro di dolore e sofferenze. Senti salire il suo livello di stress mentre lo getti contro orde di creature mutanti simili ad animali e aiutalo a portare a termine la sua epica missione: farsi un amico (partendo da parti dei corpi che incontra lungo la strada). Oh, puoi anche collezionare cartucce di videogiochi e tumori, se ti interessa.”

Pagina ufficiale del gioco sul Nintendo E-Shop

Recensione

In un mondo tetro e post-apocalittico, uno dei superstiti, un piccolo esserino nero di nome Ash, si ritrova solo e senza nemmeno più uno svago, vista l’improvvisa distruzione del suo ultimo gioco. Decide quindi di imbarcarsi in una pericolosissima avventura alla ricerca di un amico con cui passare del tempo. La strada però è più tortuosa del previsto: la fine del mondo ha terribilmente stravolto i paesaggi e i biomi terrestri, trasformandoli in terre devastate e popolate da belve immonde e deformi.

Le armi a disposizione di Ash sono poche, ovvero il saper saltare e aggrapparsi ai bordi delle strutture, oltre ad un’incredibile resilienza che gli permette di affrontare ogni livello fino a quando non sarà superato; non lasciatevi però trarre in inganno dalla semplicità del movimento, in quanto queste poche meccaniche sono più che sufficienti a far brillare in maniera ancor più viva la componente migliore di tutto il gioco: il level design.

Tutti i livelli consistono in un frenetico susseguirsi di piattaforme, ostacoli che cadono e nemici che vorranno fare della macchietta nera un pasto completo. Il gioco consiste in 9 zone principali + 5 Extra, dove la difficoltà andrà via via ad aumentare, introducendo meccaniche di platforming sempre più complesse da sfruttare o aggirare. In aggiunta alla route standard, sarà possibile complicarsi ulteriormente la vita per ottenere dei Tumori, piccoli oggetti collezionabili posizionati in luoghi ostici del livello, oppure ben nascosti: ottenerli tutti aumenterà in maniera significante la difficoltà del gameplay.

Se già con 300 livelli il gioco possa apparire pieno di contenuti, in realtà è possibile trovare all’interno di alcuni livelli delle cartucce stile SNES che, inserite nella console presente nel primo livello, sbloccherà dei minigiochi stile retro che conterranno, avete capito bene, altri 10 e più livelli da affrontare per minigioco. Queste cartucce sono ben più difficili dei livelli normali, soprattutto perchè alcune di esse presentano vincoli come il raccogliere certi anelli oppure completare il tutto senza morire nemmeno una volta: solo per i veri pro.

Il punto di forza maggiore di The End is Nigh si presenta anche come il lato peggiore del gioco, in una dualità quasi poetica. Proprio a causa del level design estremamente ostile nei confronti dei giocatori, molte persone non si sentono all’altezza nè hanno la voglia di investire il proprio tempo in un gioco così complesso e che ha poco altro da offrire oltre alla difficoltà. In merito a ciò, The End is Nigh si dimostra anche piuttosto esigente nei confronti dei giocatori, richiedendo per il 100% dei trofei il superare quasi ogni livello del gioco senza morire nemmeno una volta.

Le grafiche sono estremamente curate, presentando uno stile artistico tipico di Edmund McMillen ma reinterpretato in chiave bicromatica, con colorazioni che si alternano prevalentemente su due tinte: il nero, e il colore che caratterizza la zona in cui ci si trova, che può variare dal grigio al rosso acceso. Gli effetti particellari e di post processing utilizzati sono ben inseriti e forniscono a The End is Nigh delle visual estremamente accattivanti. La pixel art dei livelli retro è semplice ma efficace, e tramite alcuni effetti visivi (come l’inserimento della griglia delle televisioni a tubo catodico) riescono a rendere il tutto estremamente più piacevole da giocare.

La musica invece prende una svolta creativa estremamente interessante, in quanto ogni musica presente in The End is Nigh, da quella del primo livello fino ai sottofondi dei livelli opzionali, sono Remix in chiave rock o elettronica di famosissimi pezzi classici. Ecco di seguito la lista delle zone, associate al pezzo che le caratterizza:

The End is Nigh sicuramente non è un gioco per tutti, e in molti avranno tanto da criticare su un gioco che non ha molto da offrire a livello narrativo, ed è più difficile degli altri esponenti dello stesso genere. Ciononostante, dandogli una chance potrebbe rivelarsi un’ottima scelta, poichè la sensazione che si prova dopo aver superato un livello estremamente difficile è impagabile, e difficilmente ottenibile con altre esperienze più alla portata del giocatore medio.

Se vi è piaciuta questa recensione, ne trovate altre sul nostro sito!

Se volete acquistare giochi a prezzo scontato, li trovate su Instant Gaming, come parte di un catalogo di giochi in continua espansione e ad un prezzo convenientissimo!

VOTI:
Gameplay: 8.5
Grafica: 8
Sonoro: 8.5
Narrativa: 7

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Omori: Il celebre videogioco Indie riceverà un manga!

2 Marzo 2024

Tra Dentiere e Fantasmi: Intervista a Sui!

2 Marzo 2024

Omori, annunciata la Collector's Edition

2 Marzo 2024

Twitch Plays Pokémon compie 10 anni

2 Marzo 2024

Mostrata un immagine teaser per il prossimo personaggio di Guilty Gear -Strive-

29 Febbraio 2024

L’Influenza di EarthBound nel genere RPG

28 Febbraio 2024