search menu
Articolo Gaming

Pokèmon Scarlatto e Violetto, preview del Disco Indaco!

root • 22 Novembre 2023

forum

0

Sono da poco uscite le anteprime del nuovo DLC di Pokémon Scarlatto e Violetto, ecco tutte le informazioni che ci sono giunte sul Disco Indaco!

La seconda parte del DLC di Pokémon Scarlatto e Violetto giungerà nei nostri dispositivi il giorno 14 Dicembre, data in cui potremmo finalmente incontrare Terapagos e concludere le nostre avventure nei titoli di nona generazione. The Pokémon Company ha dato occasione ad alcune testate giornalistiche di giocare alla nuova espansione per circa un’ora: ecco tutte le novità che ci sono pervenute!

Le battaglie sono centrali

L’accademia Mirtillo, dove è ambientato il DLC, è incentrata principalmente sulle lotte tra allenatori, e un dettaglio ha sorpreso in molti: le sfide sono effettivamente complesse per un gioco Pokémon. Infatti, tutti gli allenatori sfideranno il giocatore in battaglie 2v2, utilizzando set competivi e strategie ben definite per poter creare la sfida più ostica possibile nei confronti del giocatore; questo va a creare un’esperienza end-game definitiva che in molti attendevano con ansia dopo aver completato il gioco base, bollato da tutti come fin troppo semplice dal punto di vista delle battaglie. Infatti, per accedere al Disco Indaco sarà necessario battere sia la storia base che quella della prima parte del DLC.

La sfida sembrerebbe diventare ancora più complessa contro i Superquattro. Infatti, alla stampa è stata fornita la possibilità di lottare contro Erin, allenatrice di tipo Acciaio. La battaglia contro la ragazza è stata definita come brutale, possedendo un team estremamente bilanciato, con set competitivi e che effettuava combo strategiche. Alle persone che hanno provato il DLC è stato fornito un team di Pokémon di livello 88 e con set competitivi per poter superare questa sfida, e in molti sono stati messi comunque in seria difficoltà dall’allenatrice. Sembrerebbe dunque che vi sia stato un radicale e repentino cambio di rotta nella direzione del gioco, fornendo l’esperienza hardcore che in molti chiedevano e aspettavano.

In aggiunta a ciò, fanno il ritorno nuove mosse sotto forma di MT che potranno riportare in auge alcuni Pokémon nella scena competitiva a cui è stata tolta la possibilità di apprendere queste mosse nei titoli di nona gen. Sto parlando di mosse del calibro di Vastenergia, Triplo Axel, Raggiometeora, Vastoimpatto, Maledizione, Elettrotela, e tante altre ancora; in aggiunta a ciò, sono state anche aggiunte nuove mosse, come quelle già annunciate ai mondiali, che hanno unicamente validità competitiva e servono ad arricchire ulteriormente l’esperienza da e-sport che Pokémon sta acquisendo negli ultimi anni.

Il Bioterarium

L’istituto Mirtillo possiede un’area simil Safari, dove sono simulati vari biomi e all’interno dei quali sarà possibile trovare molte specie di Pokémon tuttora inedite in Scarlatto e Violetto. L’area è divisa in quattro biomi: Polare, Costale, Savana e Canyon; è chiaro che in ogni bioma saranno presenti Pokémon tematicamente rispetto all’habitat, includendo anche alcune variazioni tropicali di altre regioni (come ad esempio le Forme Alola). Tuttavia, alcune specie si ripeteranno in alcuni habitat, riducendo la varietà che ci si aspetterebbe di trovare; questo non rappresenta però troppo un problema in quanto è possibile trovare un gran numero di specie in questo DLC, più di 200 in totale.

La possibilità di Teracristallizzare i propri mostriciattoli sarà consentita da un globo di cristallo che si trova sopra l’isola artificiale, ma di cui il direttore dell’istituto Bluebert non ricorda bene l’origine; questo potrebbe rivelarsi uno sbocco di trama collegato a Terapagos. Lo stesso globo fornisce la possibilità di cimentarsi nei raid Teracristal che è possibile trovare anche a Nordivia e Paldea.

La mappa nel suo insieme sembra essere ancora più grande di quella introdotta nella prima parte del DLC, ma ovviamente di dimensioni ridotte se paragonata all’intera regione di Paldea. Questo però non significa che non sia piena di attività da svolgere, ma al contrario è piena di allenatori da affrontare, sfide in cui cimentarsi e oggetti da raccogliere; riguardo gli oggetti, sarà possibile raccogliere in giro per la mappa Teraliti in grande numero, riducendo esponenzialmente il tempo di farming richiesto per poter cambiare il teratipo ai propri Pokémon.

Performance: come sta andando?

Per la sorpresa di nessuno, la performance di questi DLC è… la stessa del gioco base. I recensori sottolineano che vi sono stati miglioramenti minori al gioco nel suo totale, ma che non dobbiamo aspettarci di entrare nel Disco Indaco e trovare una nuova versione ottimizzata dei titoli di nona generazione: si tratta sempre di Scarlatto e Violetto, d’altronde, e i cali di frame sono ormai diventati un marchio di fabbrica. Ritorna anche il pop-in dei mostriciattoli quando Spawnano nelle aree di gioco, quindi non vi sono miglioramenti notevoli; tuttavia, ricordiamo che quella provata dalla stampa è una build di pre-lancio, quindi il DLC potrebbe essere soggetto a miglioramenti prima di essere rilasciato.

Se volete acquistare giochi a prezzo scontato li trovate su Instant Gaming, come parte di un catalogo di giochi in continua espansione e ad un prezzo convenientissimo!

Se ti sei perso le notizie più importanti della settimane ti invitiamo a leggere Il nostro weekly cliccando qui!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Rise of the Ronin: rilasciato un nuovo trailer

23 Febbraio 2024

Elden Ring: Shadow of the Erdtree, ecco il primo trailer

21 Febbraio 2024

Le 5 piattaforme più stravaganti dove è stato giocato Doom

21 Febbraio 2024

Nintendo Partner Showcase: tutti gli annunci

21 Febbraio 2024

Nintendo e Pokémon: ecco due Direct

20 Febbraio 2024

Le notizie Gaming più importanti della settimana dal 12 al 18 febbraio | XEUDWEEKLY

19 Febbraio 2024