search menu
Recensione Gaming

Alan wake 2: la recensione!

root • 8 Novembre 2023

forum

0

Dopo 10 anni dall’uscita del primo Alan Wake, Remedy torna a parlarci dello scrittore più controverso e iconico nel mondo videoludico e lo fa in modo sublime.

Non sarà facile raccontarvi in questa recensione le emozioni e le sensazioni che Alan Wake 2 sarà capace di trasmettervi ma proveremo a spiegarvi qual è stata la nostra esperienza con l’ultima, per noi meravigliosa, fatica di Remedy.

Trama

Alan wake 2 è ambientato nel 2023, così come nella realtà, 13 anni dopo le vicende narrate nel primo capitolo. Per evitare di fare spoiler, ci limiteremo a introdurvi l’inizio della trama e la nuova protagonista che accompagnerà Alan in questa nuova terrificante avventura. Saga Anderson è un’agente dell’FBI inviata a Bright Falls, città protagonista anche nel precedente capitolo della serie, insieme al suo collega,Alex Casey, per investigare su un misterioso caso di omicidio che ha sconvolto gli abitanti.

Il nostro protagonista invece, è intrappolato in un luogo buio senza nessuna via d’uscita. Sì, detta così può sembrare una trama banale e già vista, ma fidatevi che ciò che ha da offrirvi questo titolo andrà al di là di ogni vostra aspettativa. Andrete in contro a qualcosa di quasi mai visto prima  che vi stupirà dall’inizio alla fine, messo in scena in modo magistrale con scelte registiche e di art direction che difficilmente dimenticherete.

Inoltre, la caratterizzazione dei personaggi, protagonisti e non, è curata in ogni minimo dettaglio rendendo l’esperienza ancora più viva e realistica e rendendo questi ultimi unici e memorabili.  Remedy si spinge ancora oltre inscenando il vero horror mettendo a dura prova il giocatore con situazioni che vi faranno balzare dalla sedia condite da una tensione continua che vi accompagnerà durante tutto il corso dell’avventura.

Progressione e durata

La storia procede con l’alternanza libera dei due personaggi. Infatti, potrete cambiare punto di vista a vostro piacimento e completare la campagna di uno o dell’altro protagonista  nell’ordine che preferite. La progressione è scandita da sequenze di shooting, tipiche del genere, momenti di libera esplorazione alternati da una serie di enigmi ambientali a difficoltà crescente, filmati live action, i quali in molte occasioni prendono il posto delle classiche cutscene e momenti di contemplazione. Si, avete capito bene, nel corso dell’avventura numerose volte vi ritroverete a unire i pezzi del puzzle per venire a capo delle incognite che via via vi ritroverete ad affrontare.

Inoltre, Alan Wake 2 offre la possibilità di ottenere numerosi collezionabili, utili e non per l’ottenimento del platino, tutti posizionati in maniera tale da essere facilmente scoperti dal giocatore, attraverso una serie di indizi e segni che vi indirizzeranno verso questo o quell’altro oggetto. La durata del titolo si aggira attorno alle 20 ore, 25/30 per l’ottenimento del platino e/o di tutti gli obiettivi. 

Gameplay

Alan wake 2 è un survival horror in terza persona e il gameplay è tutto ciò che ci si aspetta da esso, con la dinamica unica dell’utilizzo della luce. Infatti, ogni nemico dovrà prima essere indebolito, puntandogli la torcia contro, per poi essere bersaglio facile dei vostri colpi. Se non seguirete questa dinamica, i nemici saranno poco vulnerabili ai proiettili e molto più ostici da abbattere.

Al netto di un GunPlay molto solido, purtroppo alcune dinamiche di gameplay presentano delle mancanze. Ad esempio, Il movimento dei protagonisti di Alan Wake 2 è a tratti lento, soprattutto se paragonato a quello dei nemici che dovrete affrontare e la telecamera in alcune occasioni risulta fastidiosa, non riuscendo a seguire bene il movimento del protagonista causando caos sullo schermo. Al netto di questi difetti, l’esperienza resta comunque godibilissima e molto appagante.

Comparto Tecnico

Alan Wake 2 è senza ombra di dubbio l’esperienza più next gen che sia uscita finora sul mercato. Il comparto grafico è monumentale con scorci e paesaggi che vi lasceranno senza fiato conditi da una direzione artistica straordinaria e impareggiabile. Le animazioni facciali sono di primissimo livello, sia per i protagonisti che per i personaggi secondari. Il sonoro è curato nei minimi dettagli portando il livello di immersività ancora più in alto. Menzione d’onore va anche ai filmati live action realizzati in modo magistrale a livello dell’alta cinematografia.

Nulla è perfetto però, infatti Alan Wake 2, almeno nella versione PS5, presenta alcuni cali di framerate, soprattutto in modalità prestazioni, confinati principalmente alle parti più concitate che minano, seppur in leggerissima parte, il livello di immersione prima citato.

In conclusione, Alan Wake 2 mette in scena l’horror come difficilmente si era visto nell’industria, trasmettendo emozioni profonde e indimenticabili. La trama, i personaggi, l’ost e l’ambientazione vi rimarranno in testa per giorni e saranno difficili da dimenticare. Remedy ha saputo creare un’opera unica e irripetibile, mettendoci tanto coraggio e tanta autorialità, caratteristiche che nell’industria odierna sono rare da trovare.

Voti: 

Voto: 8.5

Se volete acquistare giochi a prezzo scontato, li trovate su Instant Gaming, come parte di un catalogo di giochi in continua espansione e ad un prezzo convenientissimo!

Se invece vi siete persi delle notizie la scorsa settimana, niente paura! Le abbiamo raccolte per voi nel nostro Weekly Gaming

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Omori: Il celebre videogioco Indie riceverà un manga!

2 Marzo 2024

Tra Dentiere e Fantasmi: Intervista a Sui!

2 Marzo 2024

Omori, annunciata la Collector's Edition

2 Marzo 2024

Twitch Plays Pokémon compie 10 anni

2 Marzo 2024

Mostrata un immagine teaser per il prossimo personaggio di Guilty Gear -Strive-

29 Febbraio 2024

L’Influenza di EarthBound nel genere RPG

28 Febbraio 2024