search menu
Articolo Anime & Manga

Intervista a Sui Ishida: autore di Tokyo Ghoul e Choujin X

root • 10 Giugno 2023

forum

0

Sui Ishida, il mangaka che diversi anni fa ha lasciato molto parlare di se stesso grazie a Tokyo Ghoul, che seppur avendo avuto diverse critiche sul suo adattamento animato, rimane un grande titolo nel mondo anime e manga.

Non dimentichiamoci della sua opening Unravel” di TK from Ling Toshite Sigure, che è considerata una delle più iconiche nel mondo dell’animazione.

In questa intervista, realizzata dalla piattaforma tedesca Manga Passion“, scopriamo qualcosa di più sulla sua nuova opera Choujin X e sul suo lavoro da mangaka

INTERVISTA:

Salve Ishida-sensei e grazie mille per aver dedicato del tempo alle nostre domande. Nel suo attuale lavoro, Choujin X, crea nuovamente un mondo in cui esiste un’organizzazione segreta di esseri sovrumani nell’ombra. Potrebbe raccontarci qualcosa sulla creazione di questo mondo? Come ha avuto l’idea e secondo quali criteri ha creato il mondo di Choujin X?

La società segreta di Choujin X (Yamato Mori) non opera totalmente nell’ombra, ma solo in parte. Riguardo la facciata pubblica, così come Tokyo Ghoul raffigurava un mondo opprimente, con Choujin X volevo rappresentare un mondo con un riquadro più libero. Supereroi semplici e un’organizzazione come spesso se ne vedono, ho pensato che con questi elementi basilari della storia avrei potuto semplicemente disegnare ed esprimere il mio stile.

Volevo introdurre elementi con cui sono confidente, ma in qualche modo sconosciuti e ho impostato così il mondo, in modo che si avvicinasse molto alla realtà. Inoltre volevo inserire a mio gusto un’atmosfera retrò. Cos’altro? Mi sono immaginato che in questo mondo il sistema linguistico fosse dissestato e che in una grande nazione diversi popoli (che in realtà sono costruiti su un sistema di nazioni frammentate).

Seppure vi sono diverse specie con radici diverse, non esiste né un popolo x ne una specie y.

Esiste solo una differenziazione tra uomo e Choujin. Nell’opera si presenta anche la storia dell’origine delle diverse lingue, volevo inoltre utilizzare più elementi possibili delle culture delle diverse nazioni. L’umanità esiste come una grande famiglia. E’ difficile da spiegare perché mi sono sentito di farlo così, visto che è stato spontaneo. Ho pensato fosse meglio così.

Sui Ishida

Come Tokio Kurohara, i lettori scoprono gradualmente il mondo di Choujin X, con ogni capitolo che svela nuovi personaggi e prospettive che si combinano lentamente per formare un quadro più ampio. E per quanto riguarda lei ? Come autore, aveva un’idea precisa dell’intero sviluppo della storia fin dall’inizio, cioè aveva già delineato tutti gli eventi, compreso il finale? Oppure si lascia guidare dalle ispirazioni spontanee durante la scrittura della storia e si lascia sorprendere da ciò che accade successivamente? Ha già progettato l’intera storia nella tua mente? Puoi dirci di più sulla struttura pianificata di Choujin X?

Lo svolgimento generale della trama l’avevo già immaginato, però a volte i personaggi non seguono lo scorrimento della trama e succedono cose inaspettate. Io costruisco dei binari, ma se qualcosa devia la faccio continuare.

Tuttavia, devo stare attento a non fare incidenti. Fisso bene l’obiettivo e supervisiono il tragitto. Quindi, se qualcosa devia dal tragitto e non è un deragliamento senza controllo, è opportuno disporre una nuova traccia.

Però, guardando indietro, non penso di aver deviato molto piuttosto vedo scenari inaspettati e succedono cose che mi sorprendono, quindi la storia ha assunto connotati un po’ diversi da come li avevo pensati. Non tutto il lavoro però è frutto di spontanea ispirazione, è più un mezzo e mezzo. Ho però la sensazione che se non riuscissi a sorprendermi da solo perderei la voglia di scrivere storie.

Sui Ishida

 Con Tokyo Ghoul avete fatto un grande successo. Abbiamo sentito che questo successo ha generato molta pressione su di lei, come avete superato questa pressione durante la scrittura di Choujin X? Come avete gestito le alte aspettative dei fan?

Non ricordo di aver detto che avvertivo una pressione per il successo. Ma non sono sicuro di ricordare correttamente. L’ho detto davvero? Non lo so. Non credo di averlo detto.

L’autore e la pressione… penso che sia un argomento profondo. Perciò ho riflettuto a modo mio su questa questione.

Come premessa, non credo che Tokyo Ghoul sia un vero e proprio successo.

Per me, il successo è quando sento di aver disegnato qualcosa bene. Se ci penso attentamente, in realtà non chiedo che piaccia alla società o che molte persone lo trovino bello. Il successo per me è se posso lodare me stesso per quello che ho fatto.

E se ci penso ancora di più, credo che mi sia difficile interagire con i miei lettori. Onestamente, non ho un’idea precisa di che tipo di persone leggano i miei manga con piacere. Ho la sensazione che se ci penso troppo, cerco sempre più di accontentare i lettori e ciò influisce sul mio disegno, rendendolo strano e diverso. Pertanto, preferisco l'”auto-elogio”. Tutto il resto è carino e io dico “grazie”..

Quindi l’unica cosa che posso fare è affrontare le mie sfide personali, e penso che quella sia la pressione più grande che incontro. Finora non sono riuscito a superarla.

Quindi quando disegno manga, che si tratti di Ghoul o di Choujin, mi trovo di fronte alle stesse sfide e alla stessa pressione. Se quello che disegno dopo aver superato le mie sfide piace alle persone, sono felice. Penso che sia la prima volta che riesco a creare un collegamento con i lettori.

Sui Ishida

In Germania ci sono molti lettori che amano anche disegnare. Pertanto, vorremmo anche chiederle degli aspetti tecnici dei suoi lavori. Disegna in modo tradizionale o digitale? Quali strumenti di disegno usa per realizzare Choujin X e, soprattutto, quali utilizza per quali fasi del lavoro?

Lavoro completamente in digitale con Clip Studio Paint di Celsys. Quanto agli strumenti di disegno che utilizzo…? È difficile spiegarlo. Li elencherò: 10-20 tipi di penne principali, penne secondarie e pennelli che uso spesso e circa 100 che uso occasionalmente. Poi ho anche circa 50 combinazioni di tasti. Ogni tasto mi consente di passare tra strumenti e comandi, quindi utilizzo tante funzioni. Invece, per quale fase uso specificamente cosa…? Forse la prossima volta potrò dirti di più…

Sui Ishida

Da dove trae ispirazione nel disegnare e c’è forse un rituale particolare che l’aiuta?

Ispirazione… Non lo so esattamente. Quando penso di voler disegnare qualcosa, lo faccio. Non accade spesso che vedo qualcosa e poi voglio disegnarlo. Un rituale? Neanche quello, ma se passo molto tempo senza disegnare, le proporzioni dei miei disegni diventano poco precise. Quindi, in quei casi, disegno una pagina con schizzi veloci per scaldarmi prima di lavorare sulle bozze. In questo modo riduco il rischio di dover correggere molto perché il disegno non è buono.

Sui Ishida

Puoi dirci come è tipicamente una giornata per lei? Quante ore al giorno e a che ora (di giorno o di notte) lavora, ad esempio? Ha degli assistenti? E quali compiti svolgono?

Al momento non ho assistenti. In generale, lavoro su tutto da solo. Di recente, mi sveglio verso il pomeriggio o la sera e disegno per circa dieci ore. Dopo di che, leggo un libro o guardo un film fino a quando non mi addormento. Se ho problemi a dormire, continuo a lavorare un po’. Se voglio procedere velocemente o devo assolutamente consegnare un manoscritto, posso disegnare per venti o trenta ore di fila. Se vado un po’ più piano o non ho fretta, disegno solo per circa cinque ore e dedico il resto del tempo ad altre attività. Inoltre, faccio jogging o passeggiate per muovere il corpo di tanto in tanto.

Sui Ishida

Choujin X sembra non avere un piano regolare di pubblicazione. Questo è legato alle ragioni sopra menzionate? Le reazioni online dei fan a questa situazione sono state principalmente molto positive. Ci sono state reazioni a questa scelta, che la hanno personalmente toccata?

Le serie settimanali hanno un numero di pagine di circa 18-20 a capitolo. Tuttavia, ho sempre pensato che personalmente posso disegnare qualcosa di migliore se non sono legato a un ritmo o a un numero di pagine specifico. E ho la possibilità più semplice di prendermi una pausa quando ne ho bisogno. (Non so nulla sulle reazioni all’annuncio, perché non le ho viste)

Sui Ishida

Cosa fa quando non lavora? Ha qualche hobby o attività preferita con cui si rilassa?

Beh, fare jogging e fare passeggiate sono i miei modi per rilassarmi. Ma penso principalmente al lavoro e spesso gioco a videogiochi, leggo o guardo film tenendo conto del lavoro, quindi è difficile trovare un hobby che mi rilassi completamente.

Sui Ishida

Il manga di Choujin X è edito in Italia da J-POP e, noi di XEUD, abbiamo realizzato una mini recensione del primo volume che potete vedere qui

TRAMA:

Lo studente Tokio Kurohara lavora al fianco del suo amico d’infanzia Azuma Higashi per combattere le ingiustizie che hanno luogo nella loro città. A differenza di Tokio, Azuma è fisicamente capace di lottare contro i delinquenti comuni, ma ci sono degli avversari che nemmeno lui è in grado di combattere: i Choujin, esseri umani dai poteri soprannaturali.
Un giorno, durante uno scontro contro un delinquente, i due si iniettano una droga che consente la trasformazione in Choujin. Mentre sembra che la droga non faccia effetto su Azuma, a Tokio spunta un becco. Temendo di essere visto, il ragazzo deve capire come celare la sua nuova identità. Ma qualcuno ha scoperto il segreto dei due amici…

L’anime di Tokyo Ghoul non è più disponibile su VVVVID se volete sapere il motivo vi invitiamo a leggere questo articolo

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Le uscite manga della settimana in Italia dal 26 febbraio al 1 marzo

27 Febbraio 2024

Lupin III: Il castello di Cagliostro: ritorna al cinema a Marzo!

26 Febbraio 2024

Le notizie Anime e Manga più importanti della settimana dal 19 al 26 febbraio | XEUDWEEKLY

26 Febbraio 2024

I manga più venduti in Giappone dal 12 al 18 febbraio- Oricon

24 Febbraio 2024

Kiss it, Goodbye! Una storia Girls Love di un'autrice italiana

24 Febbraio 2024

Intervista a Ticcy: autrice del fumetto italiano Girls Love "Kiss it, Goodbye!"

24 Febbraio 2024