search menu

Il live action di One Piece potrebbe avere 12 stagioni

root • 15 Settembre 2023

forum

0

La serie Netflix “One Piece“, tratta dall’omonimo manga di successo scritto da Eiichirō Oda, ha conquistato il pubblico internazionale e, a quanto pare, avrà 12 stagioni!

In un’intervista, i produttori esecutivi di One Piece, Marty Adelstein e Becky Clements di Tomorrow Studios, hanno parlato di come l’opinione pubblica è cambiata su TikTok, soprattutto tra i fan della serie anime e manga, scettici della trasposizione in live action, che, dopo aver visto l’adattamento hanno improvvisamente cambiato idea.

Per Tomorrow Studios, One Piece è stato il seguito di un’altra serie live-action Netflix basata su un altro amato anime, Cowboy Bebop, che non è andato oltre ad una stagione. Adelstein e Clements hanno condiviso le lezioni apprese in quello show che hanno applicato a One Piece, hanno parlato dell’assemblaggio del giovane cast e in particolare della costosa ricerca di talenti per il ruolo principale di Luffy, che è andata all’attore messicano Iñaki Godoy, e hanno rivelato come il coinvolgimento di Adelstein in Prison Break lo abbia aiutato ad ottenere i diritti per One Piece.

È stata annunciata la seconda stagione giusto ieri, anche se Adelstein e Becky hanno parlato, in questa intervista, dei loro piani a lungo termine per lo show e di quante stagioni pensano che potrebbe andare avanti.

Estratto intervista

D: Netflix è noto per analizzare meticolosamente i dati sugli spettatori e raramente fornisce rinnovi rapidi, ma, nonostante questo, presumo che tu abbia speranze per una seconda stagione?

ADELSTEIN: Speriamo per 12 stagioni. C’è veramente un sacco di materiale.

CLEMENTS: Attualmente siamo oltre i 1.080 capitoli del manga. Abbiamo dei piani con Matt Owens su come spezzare la serie in più stagioni, e penso che anche se facessimo sei stagioni, probabilmente utilizzeremmo solo metà dei capitoli del manga. Si potrebbe davvero andare avanti all’infinito.

D: Ma hai già chiaro come fare 6 stagioni?

CLEMENTS: Si, certo. (ride.)

D: Hai parlato dei piani che hai in corso con Matt Owens. Cosa puoi dirci del percorso per le prossime stagioni?

CLEMENTI: Tutto ciò che facciamo è in accordo con Netflix, Shueisha e Oda-san, che fanno parte di questa conversazione. Abbiamo sicuramente avuto dialoghi più approfonditi su quello che avremmo fatto con la seconda stagione se ne avessimo avuto l’opportunità, e poi conversazioni meno approfondite su dove saremmo andati per le stagioni dalla terza alla sesta. L’unica cosa che vorrei dire è che siamo tutti d’accordo sulle parti del manga che non si possono assolutamente eliminare, e questo è il nostro principio guida: le storie che conosciamo e i personaggi che sappiamo essere importanti per i fan. Quindi questo è davvero l’inizio per la creazione delle stagioni future. Saranno necessarie molte conversazioni, ma ci sentiamo fortunati ad avere una tabella di marcia.

Se ti sei perso le ultime novità Anime e Manga ti invitiamo a leggere il nostro XEUDWEEKLY

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Omori: Il celebre videogioco Indie riceverà un manga!

2 Marzo 2024

Gli annunci manga della settimana dal 26 febbraio al 2 marzo

2 Marzo 2024

I manga più venduti in Giappone dal 19 al 25 febbraio- Oricon

1 Marzo 2024

Trailer per la terza stagione di One Punch Man: svelato lo studio d'animazione

29 Febbraio 2024

L'intervista al CEO di Crunchyroll: sì ai sottotitoli con IA

27 Febbraio 2024

Le uscite manga della settimana in Italia dal 26 febbraio al 1 marzo

27 Febbraio 2024